L'attività di internazionalizzazione della Scuola di Giurisprudenza

L’attività di internazionalizzazione della Scuola di Giurisprudenza si sviluppa principalmente lungo due direttrici complementari, con l’obiettivo di aumentare il numero di laureati che maturano un’esperienza all’estero e la competitività degli studenti e della Scuola sulla scena internazionale. La Scuola si adopera per attuare una strategia più efficace sotto un triplice profilo: cooperazione amministrativa, qualità della didattica e formazione post-laurea. Le iniziative intraprese hanno portato al rafforzamento della presenza della Scuola di Giurisprudenza in ambito internazionale, con conseguente aumento della mobilità di docenti e studenti, della credibilità della Scuola e delle possibilità di sviluppi futuri; al miglioramento della qualità della didattica, con un approccio più interdisciplinare; alla costruzione di rapporti privilegiati con importanti partner istituzionali sulla scena europea e mondiale; alla ricerca di una maggiore flessibilità amministrativa da parte degli Uffici competenti, per velocizzare il procedimento di acquisizione dati e riconoscimento crediti nell’ambito dei programmi congiunti.
Internazionalizzazione diffusa
L'internazionalizzazione diffusa è diretta a sensibilizzare gli studenti e il corpo docente rispetto alla necessità di promuovere la cooperazione europea e una offerta formativa di qualità, conformemente alla Dichiarazione di Bologna del 1999.
Internazionalizzazione strutturata
L'internazionalizzazione strutturata è tesa a rendere effettiva la formazione di stampo sovranazionale di studenti e studiosi.